Carta Revolut: caratteristiche, tipologie di conto e costi

La rapida evoluzione che ha investito il settore economico-finanziario e l’altrettanto straordinaria rivoluzione che ha riguardato le piattaforme internet ed i servizi tecnologici, ha profondamente cambiato il rapporto tra i risparmiatori ed il proprio denaro.

Il progresso tecnologico ha sostanzialmente modificato il modo di “fare banca” che era rimasto lo stesso per ben più di una generazione ed ha dato luogo a strutture digitali alternative agli istituti di credito classici.

Le banche tradizionali hanno implementato in misura significativa le proprie dotazioni tecnologiche provvedendo ad incentivare il ricorso ad una sorta di fai da te che ha progressivamente diminuito il capitale umano delle aziende di credito, mentre il web ha accolto sempre più banche virtuali in grado di offrire, alla clientela più tecnologicamente evoluta, prodotti sempre più interessanti.

Nel cambiamento complessivo, inoltre, hanno avuto un ruolo fondamentale anche i mutamenti comportamentali da parte dei risparmiatori che stanno dando sempre più spazio agli acquisti online ed hanno supportato l’home banking su più livelli utilizzandolo con regolarità da anni.

Nel panorama internazionale, dunque, si sono affermati numerosi servizi finanziari esclusivamente digitali che hanno trovato consenso e diffusione.

Oggi, noi ci occupiamo di Revolut cercando di scoprirne ogni segreto ed ogni peculiarità.

Cos’è Revolut?

Revolut è una società fondata nel 2015, grazie all’intraprendenza imprenditoriale di due giovani colleghi provenienti dal mondo della finanza e dell’ingegneria, che appartiene al più ampio settore del Fintech.

Volendo semplificare, quindi, possiamo definire Revolut come una società indipendente il cui business è dato dall’offerta di prodotti e strumenti finanziari in forma esclusivamente digitale.

Revolut, nello specifico, è una start up di grande successo nel contesto internazionale che si occupa di sviluppare, collocare e gestire un elevato numero di strumenti finanziari cercandone l’ottimizzazione a livello digitale.

L’idea rivoluzionaria di base che ha ispirato i soci fondatori, quindi, era quella di creare una piattaforma digitale mediante la quale i risparmiatori titolari di un conto corrente virtuale potessero scambiarsi denaro in valute differenti, al tasso interbancario reale, senza che l’intermediario vi caricasse degli oneri aggiuntivi.

Revolut non è un istituto di credito tradizionale che offre i propri servizi tramite web, ma un servizio finanziario digitale che può essere utilizzato, interrogato e movimentato attraverso una specifica applicazione web.

Come funziona Revolut?

Per accedere ai servizi offerti da Revolut non è necessario firmare lunghi papiri contrattuali, è sufficiente avere una certa dimestichezza con la tecnologia.

Il primo passo da compiere, infatti, è scaricare l’apposita applicazione disponibile per i device IOS e per gli smartphone Android.
Puoi, inoltre, scaricare l’app accedendo direttamente al sito Revolut ed inserendo il tuo numero telefonico sul quale verrà inviato un SMS contenente il link da cui scaricare direttamente l’applicazione.

L’apertura di un account Revolut consente al titolare di accedere ad un conto corrente multi valuta che consente di disporre una lunga serie di operazioni di trasferimento fondi e al quale possono essere collegate una o più carte fisiche e virtuali.

Oltre alla più consueta operatività bancaria, il conto Revolut permette di effettuare operazioni di investimento delle proprie disponibilità (anche mediante acquisto di criptovalute e oro), sottoscrivere prodotti assicurativi ed effettuare un attento monitoraggio delle proprie uscite finanziarie attraverso alcuni strumenti specifici.

Il conto Revolut

È bene precisare, innanzitutto, che Revolut mette a disposizione della propria clientela numerosi profili di operatività ognuno dei quali ha un costo di gestione diverso ed offre benefici differenti.

Scopriamo, allora, nel dettaglio tutte le caratteristiche degli account Revolut.

Revolut Standard

Si tratta del profilo base che la società propone alla propria clientela. La sua accensione permette di disporre delle seguenti opzioni:

1. Conto corrente con IBAN con valuta Euro gratuito;
2. Conto corrente acceso nel Regno Unito gratuito;
3. Possibilità di eseguire spese in 150 valute differenti al tasso di cambio interbancario senza ricarichi commissionali ed in tempo reale;
4. Cambio in 30 valute differenti senza spese fino ad un massimo di Euro 1.000 al mese;
5. Prelievi bancomat gratuiti fino ad un massimo di Euro 200 al mese;
6. Possibilità di richiedere una carta di credito Revolut gratuita (ad eccezione delle spese di recapito della stessa);
7. Disponibilità di accesso a 5 criptovalute per investire o utilizzare le proprie disponibilità finanziarie;
8. Possibilità di attivare il nuovo profilo Junior Riservato a minori (solo per un figlio);
9. Esecuzione di un bonifico transfrontaliero al mese senza spese (per i successivi si paga una commissione di Euro 0.50).

Revolut Standard è un conto corrente a costo di gestione zero.

Revolut Premium

Si tratta della naturale evoluzione del profilo Standard con il quale condivide tutta l’operatività sopra indicata ed offre alcune implementazioni interessanti.

Quali sono le novità più interessanti rispetto all’account base?

1. Prelievi Bancomat gratuiti fino ad un limite massimo mensile di Euro 400,00;
2. Accesso ai servizi assicurativi di natura sanitaria, per ritardo volo e smarrimento bagagli;
3. Assistenza prioritaria;
4. Bonifici transfrontalieri gratuiti senza limite massimo;
5. Esecuzione di un pagamento swift mensile gratuito;
6. Possibilità di richiedere una Revolut card fisica con elementi personalizzati;
7. Accesso libero alle carte virtuali usa e getta;
8. Accesso al profilo Junior per due minori.

Rispetto alla versione Standard, Revolut Premium è gravato da un costo di gestione mensile di Euro 7.99.

Revolut Metal

Si tratta del profilo più evoluto di account Revolut che offre un’ampia operatività finanziaria ed alcune novità particolarmente interessanti.

1. Il limite dei prelievi bancomat gratuiti si estende fino ad Euro 800 mensili;
2. Libero accesso alla nuova Carta Revolut Metal che offre agli utilizzatori un’innovativa opportunità di CashBack pari allo 0,1% sulle spese effettuate in Europa e all’1% sugli importi spesi in area extra Euro (limite massimo di Cashback mensile Euro 13,99)
3. Possibilità di aderire al nuovo profilo Junior per 5 minori.

Revolut Metal prevede un costo di gestione mensile di Euro 13,99 ed è possibile esercitare un upgrade dai profili meno evoluti con uno sconto iniziale sul costo stesso.

Revolut Junior

Si tratta dell’ultima proposta che Revolut rivolge ai piccoli risparmiatori di età compresa tra 7 e 17 anni. L’account può essere attivato solo da un genitore che può implementarlo in via esclusiva.

Revolut Junior mette a disposizione del titolare minorenne una carta fisica con cui effettuare piccole spese mentre l’applicazione telefonica consente un tracciamento costante dell’operatività.

La carta non riporta nel retro il codice di sicurezza e per questa ragione non può essere utilizzata su internet.

L’operatività di Revolut

Gli account Revolut offrono un’ampia operatività identificabile in:

1. Transazioni di trasferimento di denaro in più di 30 valute a tassi interbancari (bonifici, bonifici periodici, trasferimenti tra utenti Revolut) verso Europa e internazionali;
2. Pagamenti di beni o servizi tramite Pos fisico e mediante piattaforme digitali;
3. Operazioni di trading on line, investimenti in strumenti finanziari (compresi criptovalute e oro);
4. Creazioni di salvadanai personali per accantonare somme destinate a progetti futuri.

Il conto Revolut è associabile ad una carta fisica (zero spese di emissione e 5,99 per la consegna nella versione standard, gratuita per i profili più evoluti), oppure ad una carta virtuale da utilizzare solo tramite web oppure in versione usa e getta.

È possibile collegare un massimo di 5 carte virtuali al proprio account mentre è consentita una carta usa e getta attiva e disponibile per non oltre 5 transazioni al giorno.

Tutti gli account, infine, permettono un’ampia attività di monitoraggio delle spese attraverso una funzione statistica e consentono di impostare dei budget di spesa personali per tenere sempre sotto controllo le proprie uscite.

In via generale i profili Revolut sopra indicati sono pensati per i privati che prevedono una giacenza media adeguata ad una clientela al dettaglio; per liberi professionisti o aziende, invece, è necessario, un profilo business.

Apri un conto Revolut in meno di dieci minuti.

Come ricaricare un conto Revolut?

Si può ricaricare il proprio account Revolut nei seguenti modi:

1. Disponendo un bonifico bancario a favore del conto Revolut che, ricordiamo, ha un proprio IBAN ed è quindi adatto a ricevere accrediti (non sono previste commissioni per bonifici in entrata);
2. Tramite giro fondi da parte di altri utenti Revolut;
3. Con carta di credito (in questo caso è possibile l’applicazione di una commissione a copertura dei costi che viene notificata all’utente prima di concludere la transazione).
4. Tramite l’applicazione Apple Pay o Google Pay.

Non è possibile, invece, ricaricare il proprio account tramite denaro contante oppure assegni.

Non sono previsti limiti specifici di ricarica Revolut; in taluni casi, però, l’azienda potrebbe chiedere un giustificativo in relazione all’accredito ricevuto. In caso di ricariche di importi considerevoli, dunque, è sempre bene contattare prima l’azienda.

Riepilogando: I costi applicati da Revolut

Volendo semplificare il contenuto, possiamo sintetizzare i costi di Revolut come segue:

1. Ogni profilo Revolut prevede un proprio canone mensile in relazione all’operatività permessa (Standard zero, Premium E. 7,99, Metal Euro 13,99);
2. Per quel che concerne i pagamenti mediante Revolut Cartd, sono gratuiti fino a 1000 euro mensili (oltre una commissione dello 0,50) per il profilo Standard mentre sono sempre gratuiti per Premium e Metal;
3. I prelievi di denaro contante sono gratuiti fino a 200 Euro (Standard), 400 (Premium) e 800 Euro (Metal) mensili. Oltre tale soglia è prevista una commissione del 2%;
4. Non sono applicate commissioni per trasferimenti di denaro entro il margine di cambio valuta. Oltre vi è un ricarico dello 0.50%;
5. Non sono applicate commissioni per gli addebiti diretti come le bollette.

Sei un imprenditore o un investitore? Entra nella community di Investhero su Facebook, troverai consigli e guide utili per il tuo business.

 

Stefano Picchio on EmailStefano Picchio on FacebookStefano Picchio on InstagramStefano Picchio on Youtube
Stefano Picchio
Imprenditore digitale
Tutto è iniziato nel 2013, momento in cui mi sono interessato al mondo dell'online.
In quegli anni facendo piccoli investimenti di natura finanziaria. Successivamente ho scoperto altri settori di investimento fino a conoscere ed appassionarmi di imprenditoria e digital marketing.
Ora ho uno smart-team di 11 collaboratori sparsi in giro per il mondo con i quali gestisco le mie 3 aziende.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *